Corretta toelettatura del Bulldog inglese: una guida completa

Il bulldog inglese è un cane che richiede poche cure; una corretta toelettatura è però d’obbligo per garantire la sua salute e la sua igiene.

In questo articolo ci soffermeremo su qualche semplice passaggio necessario per garantire al vostro amico a quattro zampe una toelettatura efficace ed efficiente.

Quando portare il proprio bulldog inglese a fare la toelettatura?

toelettatura bulldog inglese
toelettatura bulldog inglese

La prima domanda che ti sarai fatto è quale è la giusta frequenza di toelettatura per un bulldog inglese? La risposta è dipende, in genere dalle due alle tre volte all’anno senza abusarne. Dobbiamo ricordare che i cani sono animali e che quindi il continuo lavarsi con prodotti chimici può portare ad eritemi e a problemi della pelle. Per qualsiasi cane è infatti fondamentale il proprio odore per potersi riconoscere e farsi forza anche nei momenti di difficoltà.

Quando è il momento di portare il proprio bulldog inglese a fare una toelettatura?

Dopo aver capito che il numero di lavaggi ottimali all’anno sono due bisogna capire quando è il momento di portare il nostro amico a quattro zampe a farsi dare una rinfrescata.

I segni che ci devono far propendere per una toelettatura imminente sono un pelo spento e unto, la perdita di pelo in abbondanza, il continuo grattarsi e strofinarsi contro superfici abrasive, le unghie molto lunghe che fanno il classico rumore tintinnante sul pavimento ed infine l’accumularsi di placca sui denti così come un odore sgradevole delle orecchie e del manto.

Quando uno di questi segni si palesa allora è proprio arrivato il momento di portare il vostro bulldog inglese a fare una bella toelettatura.

Guida alla toelettatura del proprio bulldog inglese

Piccolo bulldog inglese disteso sul prato – Ai Bulldog inglesi piacciono le coccole

Vediamo ora di seguito, con tanto di frequenza, le azioni che bisogna intraprendere per mantenere il proprio cane pulito ed in salute

Spazzolatura

Iniziamo con una delle attività più importanti: spazzolare il proprio bulldog inglese. Questa attività deve essere effettuata almeno una volta alla settimana. Serve a rimuovere il pelo morto che ristagna sul manto, i residui di terra e di sporco che si possono conficcare nel pelo. Serve anche a stimolare la produzione di olio, un liquido secreto da delle determinate ghiandole, che serve a mantenere il pelo lucido ed in salute.

Vi accorgerete ogni qualvolta il vostro bulldog inglese deve essere spazzolato perchè il suo pelo si presenterà opaco, arruffato e con nodi.

Pulizia dei denti

Passiamo poi all’igiene della bocca. Idealmente dovreste pulire i denti del vostro bulldog inglese una volta al giorno, nella realtà va bene farlo almeno una volta alla settimana. Lo scopo è quello di evitare la formazione della placca, il marcire dei denti e l’alitosi, uno dei fenomeni più spiacevoli dei bulldog inglesi.

Oltre che con spazzolino e dentifricio per cani potete ricorrere anche all’utilizzo dei bastoncini gommosi o degli ossi pensati appositamente.

Il bagno

toelettatura bulldog inglese
toelettatura bulldog inglese

Esistono due scuole di pensiero riguardo al bagno: chi lo farebbe ogni settimana e chi invece non lo vorrebbe mai fare per evitare che si bagni e sporchi tutto. I veterinari hanno specificato in diversi studi che il bagno al proprio bulldog deve essere fatto una volta ogni tre sei mesi, non più frequentemente.

Lavare troppe volte il nostro amico a quattro zampe può causare problemi della pelle. E’ importante utilizzare detergenti testati per cani per evitare che la pelle secchi troppo e si irriti.

Con bagno si intende un lavaggio con l’utilizzo di sapone. Se invece volete lavarlo con acqua a questo non c’è limite, idealmente potreste farlo anche una volta ogni due settimane allo scopo di eliminare sporco quale residui di fango o terra incrostata.

Vi accorgerete subito se state facendo bagni troppo frequenti al vostro cane perchè il suo pelo inizierà a deteriorarsi e a rovinarsi, un po’ come i nostri capelli quando vengono lavati troppo frequentemente.

Il taglio delle unghie

In generale le unghie dei bulldog inglesi si levigano naturalmente durante le camminate sull’asfalto o sulla terra. Ogni tanto però una spuntatina non fa male. Idealmente il taglio unghie deve essere fatto una volta ogni mese/ mese e mezzo.

E’ importante non tagliare le unghie troppo corte, in tal caso potrebbe sentire dolore al palmo della zampa e addirittura iniziare a sanguinare. Perciò tagliate molto lentamente per evitare di fare danni irreparabili.

La pulizia delle orecchie

Altra operazione fondamentale è la pulizia dell’orecchio. Nel bulldog inglese questa è una delle parti del corpo più sensibili e delicate e per questo ci vuole grande accuratezza nella sua pulizia per evitare il sopraggiungere di infezioni.

Prima di tutto ricordate sempre di non lasciare le orecchie bagnate: ogni volta che cade un po’ di pioggia o fate un bagno al vostro cane assicuratevi di asciugare i suoi padiglioni auricolari.

Inoltre bisogna seguire sempre una pulizia meticolosa per evitare che si instaurino batteri o muffe.

In caso in cui vi accorgiate che le orecchie sono di un rosa più scuro del solito, che hanno un cattivo odore, che secretano un liquido allora è il momento di effettuare una pulizia profonda e recarsi dal veterinario per un accertamento di un esperto per evitare il sopraggiungere di infezioni.

Il taglio del pelo

Da ultimo abbiamo il taglio del mantello. Idealmente dovrebbe essere fatto una volta ogni due mesi per avere un bulldog inglese sempre bello e presentabile in ordine.

C’è da dire che i bulldog non sono particolarmente esigenti dal punto di vista della spunta del pelo essendo cani a pelo corto. Assicuratevi sempre di tagliare ed eliminare nodi, sporcizie e peli che tendono a formare grovigli.

In genere per questa operazione ci si affida a toelettatori professionisti ma in realtà è un qualcosa che si può fare benissimo in casa senza alcun problema.

La cosa migliore è quella di mettersi sopra un telo in tessuto così da ammassare li il pelo tagliato per poi buttarlo senza sporcare la casa.

E ora non vi resta che seguire questa semplice guida per avere un bulldog inglese sempre in ordine e pulito, pronto per partecipare ad un concorso di bellezza canino o a una fiera.

Lascia un commento