I bulldog inglesi possono mangiare i mirtilli?

Nei paragrafi che seguono ti spieghiamo se ed entro quali limiti è possibile offrire i mirtilli ai nostri amici a quattro zampe. Come forse già saprai, a noi umani i mirtilli regalano una serie di benefici: sono antiossidanti, ricchi di vitamine, ipocalorici. E poi sono anche buonissimi, cosa volere di più? Ma è vero anche i bulldog inglesi possono mangiare i mirtilli?

Possiamo già anticipare qui che sì, questi deliziosi frutti di bosco li possiamo offrire anche ai nostri amici a quattro zampe, e quindi anche al nostro bulldog inglese. Chiaro però che queste stupende e coloratissime bacche non possono costituire il nucleo centrale della dieta del nostro amato cane. Andranno bene come un premio occasionale, non come parte essenziale della dieta.

Qui sotto ti spieghiamo più nel dettaglio quali sono i molti benefici che si possono ricavare dal consumare i mirtilli (e anche gli altri frutti di bosco) e come e con quali accortezze possiamo offrirli ai nostri cagnoloni senza far rischiare loro eventuali problemi di salute. Una cosa è sicura… Come piacciono a noi, piacciono un sacco anche a loro!

| Potrebbero interessarti anche i seguenti contenuti: I Bulldog inglesi possono mangiare il pollo? & I 15 migliori dolcetti per bulldog inglesi

I bulldog inglesi possono mangiare i mirtilli? – I mirtilli e i cani: cosa c’è da sapere

Vista dall’alto di una ciotola piena di Mirtilli – I bulldog inglesi possono mangiare i mirtilli

I mirtilli sono tra le bacche più gradite da quanti stravedono per i magnifici frutti di bosco. Ci si possono preparare piatti davvero sfiziosi: soprattutto, nella bella stagione, freschissime e super colorate macedonie. Si sposano alla grande con le fragole e non solo sono buoni, ma li possiamo anche considerare come un vero e proprio super alimento.

In altre parole sono uno di quei cibi che contribuiscono al mantenimento della salute, sia la nostra che quella dei nostri amici che scodinzolano. Come si diceva sopra, sono pieni di vitaminesali minerali antiossidanti, i quali antiossidanti come si sa sono delle sostanze che combattono i radicali liberi, che a loro volta sono una chiave dei processi di malattia e di invecchiamento.

Come molto spesso quando si parla di salute, la parola magica è quantità. Dunque “possiamo certo offrire anche dei mirtilli al nostro bulldog, ma dovremo farlo con moderazione.” Li potremmo inserire nella sua dieta come una sorta di merenda premio o ricompensa.

Ma vediamo di rammentare qua di seguito quali sono le qualità salutistiche dei mirtilli e quali sostanze sono contenute in queste magnifiche bacche possono fare del bene alla nostra salute e a quella di Fido.

  • In primis sono ipocalorici: questo in sostanza vuol dire che li possiamo concedere anche a cani un po’ in sovrappeso o anche decisamente obesi. Senza esagerare, ovviamente.
  • In secondo luogo sono un eccellente “serbatoio” di fibre: come sappiamo, la fibra aiuta il transito intestinale e può impedire la proliferazione di batteri nocivi nell’intestino.

Antiossidanti e fibra: ma c’è anche altro

Complesso vitaminico e minerale essenziale di vettore libero

Come si anticipava qua sopra, i mirtilli sono anche un concentrato di vitamine: contengono infatti vitamina A (o retinolo: tra le altre sue proprietà, sembra avere una efficacia nel prevenire il cancro alla prostata), vitamina C (acido ascorbico) e vitamina K (naftochinone, è fondamentale per la coagulazione del sangue).

Come ormai sappiamo, queste sostanze sono importanti per il buon funzionamento del sistema immunitario, sia quello nostro che quello di Fido.  Possono anche combattere le infiammazioni e migliorare la condizione della sua pelle e del pelo, come pure dei muscoli e dei nervi.

Ma i frutti di bosco contengono anche importanti sali minerali. Ricordiamo il calcio, il potassio, il fosforo, il magnesio: sono sostanze che fanno bene alle ossa e che contribuiscono anche al metabolismo delle vitamine.

Il “manganese“:in questo caso parliamo di un cosiddetto oligoelemento (si chiamano così le sostanze che sono presenti in un campione in una concentrazione media di meno di cento parti per milione), è essenziale per il buon funzionamento del cervello e per la secrezione degli ormoni tiroidei. Ma si è detto ormai più volte delle qualità antiossidanti di queste bacche.

Vediamo di scendere più nel dettaglio su questo particolare aspetto. Le sostanze antiossidanti che possiamo trovare nei mirtilli sono: gli antociani, l’acido ippurico, la proantocianidina. “I primi sono la causa del colore caratteristico dei mirtilli; possono combattere le malattie del cuore, il diabete, l’artrite. Il secondo e il terzo prevengono lo sviluppo di infezioni alle vie urinarie, soprattutto contrastando l’azione del batterio Escherichia coli“.

I bulldog inglesi possono mangiare i mirtilli? – Alcune cose da sapere prima di dare i mirtilli al tuo Fido…

Donna d’affari mora con le braccia incrociate che guarda la fotocamera – I bulldog inglesi possono mangiare i mirtilli

Quando offriamo dei mirtilli al nostro piccolo amico, “bisogna adottare alcune accortezze per farlo in sicurezza“.  La quantità. Le porzioni sono importanti. I cibi dolci non dovrebbero oltrepassare la quota del 10 per cento del totale del cibo che diamo al cane. Inoltre dovrebbero essere visti solo come un premio occasionale, non come un alimento abituale.

Ma conta anche la taglia dell’animale. Ai cagnolini si possono dare diciamo tre o quattro mirtilli di numero, mentre a quelli grandi potremo offrirne fino a dieci. Quanto alla frequenza, i mirtilli vanno dati con moderazione, il che, va detto, vale anche per tutti gli altri frutti adatti ai cani.

Ancora: i nostri mirtilli devono essere freschi e ben puliti. Questo perché i frutti di bosco congelati potrebbero causare soffocamento, specie se il cane e di piccola taglia. Una avvertenza ovvia, ma forse non troppo: mai dare a Fido mirtilli o altri frutti di bosco sotto forma di marmellate o gelatine. Contengono troppo zucchero e possono avere effetti tossici sui cani.

In linea generale, poi, sarà bene, prima di darli al cane, sciacquare bene i mirtilli con dell’acqua, così da eliminarne ogni possibile traccia di pesticidi. Se siete così fortunati da poter raccoglierli da soli, fatelo pure, ma possibilmente lontano dalle strade o da altre fonti di contaminazione.  Un’altra accortezza è non mischiare i mirtilli con altre bacche.

L’abbiamo anticipato, sono diverse le bacche adatte ai cani (per esempio more, lamponi e mirtilli), ma non possiamo mescolarle a piacimento, perché alcune possono riuscire tossiche per i nostri quattro zampe, per esempio il ribes.  Ogni volta che decidete di offrire mirtilli al vostro animale, assicuratevi che non siano mescolati con altra frutta che potrebbe fargli male.

Come servire i mirtilli al nostro bulldog inglese

Vista dall’alto angolare di un Bulldog Inglese -I bulldog inglesi possono mangiare i mirtilli

Se i nostri mirtilli sono freschi: in questo caso il frutto è morbido e non c’è un gran pericolo di soffocamento. Quando si preparano i mirtilli freschi, poi, occorre sciacquarli in acqua e stare attenti che non ci siano bacche ammuffite prima di darle da mangiare al nostro amico a quattro zampe.

E se invece i nostri mirtilli sono congelati? Come s’è avvertito più sopra, in generale è meglio non dare della frutta congelata al nostro cane, perché potrebbe causare soffocamento. Ma possiamo anche scegliere di dare al cane dei mirtilli congelati, nel qual caso però dovremo fare davvero molta attenzione, soprattutto se il nostro amico a quattro zampe è di piccola taglia.

Per evitare brutte sorprese, farai bene a scongelarli e a tritarli, prima di darli al cane. “Se il cane è di grande taglia, invece, gliene potrai offrire massimo due alla volta“. In caso potrai abbinarle ottimamente con delle fragole, delle more o anche dei lamponi.

QUANDO È MEGLIO NON SERVIRE DEI MIRTILLI A FIDO.

Ci sono dei casi in cui è meglio evitare di offrire delle bacche di mirtillo, o di altri frutti di bosco, al nostro prezioso amico a quattro zampe. Vediamoli meglio.

È il caso di evitarli, innanzitutto, se il tuo compagno che scodinzola soffre di allergie alimentari: in questi casi la dieta del cane deve basarsi su mangimi fatti con proteine idrolizzate: meglio non mischiarli con altri alimenti. Un altro caso in cui sarà meglio evitare di servire mirtilli al nostro bulldog inglese (o a qualunque altro cane) è quello di eventuali malattie croniche a carico dell’apparato gastrointestinale. Meglio non giocare a dadi non la loro salute.

ORA NE SAI (UN POCHINO) DI PIÙ

Bene, adesso si può dire che ne sai un po’ di più su se e in quali casi i bulldog inglesi possono mangiare i mirtilli e quando si possono offrire al nostro cane. Naturalmente bisogna sempre rammentare che i cani sono tendenzialmente degli animali carnivori. D’accordo, non sono animali carnivori “puri” come i “cugini” gatti, ma diciamo che se gli offriamo della carne, la gradiscono di sicuro, quasi certamente molto più di altri cibi.

Una piccola nota finale. Se in certi casi al nostro amico peloso possiamo offrire dei frutti di bosco, ricordiamo sempre che non possiamo mai, in nessun caso, dargli cacao o cioccolato. “Questo perché i cani mancano dell’enzima che è necessario a metabolizzare la teobromina, che per l’appunto è un alcaloide presente nel cacao e nei suoi derivati“.

Lascia un commento