I Bulldog inglesi soffrono il mal d’auto?

Pian piano si sta avvicinando l’estate ed è iniziato il tempo di pianificare un bel viaggio per passare le vacanze in famiglia e rilassarsi dopo questi due anni pieni di restrizioni. Ma vacanze significa anche dover pensare a trovare una sistemazione che accetti anche il nostro bulldog inglese.

Se è il primo anno che viaggiate con il vostro nuovo amico a quattro zampe è lecito chiedersi se i bulldog inglesi soffrano o meno il mal d’auto.

In questo articolo ci occuperemo di capire come prevenire o per lo meno alleviare questo disturbo molto fastidioso sia per noi che per il nostro bulldog.

Il mal d’auto nei cani: un po’ di dati

mal d'auto
mal d’auto

Il mal d’auto, noto con il nome scientifico cinetosi, è uno dei principali motivi per cui la maggior parte delle volte si decide di viaggiare senza il proprio cane.

In Europa è stato stimato che un cane su sei soffra di questo disturbo ma che solo il sei per cento di questa fetta si rivolga ad un veterinario per cercare di prevenire o alleviare questo fastidioso disturbo.

Come osservato da una associazione animalista europea questo disturbo fa si che solo il 12 per cento dei viaggi effettuati in famiglia prevede la partecipazione anche del proprio cane, le restanti volte viene invece affidato ad una struttura. Questi dati sono stati raccolti attraverso un sondaggio su proprietari di cani di cinque paesi europei: Italia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Francia. Il 47 per cento degli intervistati però afferma che porterebbe volentieri con se il proprio cane se non soffrisse più di mal d’auto.

Il mal d’auto nei bulldog inglesi: da cosa è causato

Iniziamo ad addentrarci più nel problema cercando di capire da che cosa è causato. Nei bulldog inglesi il mal d’auto è causato da stati d’animo che il cane prova quali ansia e paura.

Tutto inizia la prima volta che lo portate in macchina, non appena si sentirà male svilupperà una paura incontrastata per il viaggio in auto innescando una sorta di circolo vizioso dal quale è molto difficile uscire.

Nei bulldog inglesi il mal d’auto si manifesta con paura seguita da iperventilazione e respiro accelerato, seguito da salivazione e deglutizione fino a che non inizia a vomitare la saliva in eccesso prodotta.

Studi dettagliati hanno affermato che questo stato di malessere, cinetosi appunto, sia provocato dall’impossibilità dell’orecchio di alcuni bulldog inglesi di adattarsi ai continui movimenti delle automobili. La zona dell’orecchio interessata è quella interna adibita all’equilibrio.

Il mal d’auto nei bulldog inglesi: i sintomi

I sintomi sono facili da riconoscere: prima di tutto il vostro amico a quattro zampe non vorrà salire volentieri in auto. In seguito ecco che cosa potrete osservare:

  • respiro frequente e affannoso
  • iperventilazione
  • produzione molto abbondante di saliva
  • agitazione
  • tremori
  • conati di vomito

Il mal d’auto nei bulldog inglesi: come prevenirlo e risolverlo

mal d'auto
mal d’auto

Prima di tutto vogliamo rassicurarti, esiste una cura possibile. Gli approcci che puoi seguire sono due: il metodo educativo e quello farmacologico basato sull’assunzione di farmaci.

Il metodo educativo per risolvere il mal d’auto

Iniziamo con il metodo migliore per il vostro bulldog inglese, ossia il metodo educativo; quest’ultimo infatti farà si che non dobbiate dare nessun farmaco al vostro cane.

Prima di tutto dovete assicurarvi che durante un ipotetico viaggio il vostro bulldog inglese sia rigorosamente a digiuno.

In secondo luogo dovete iniziare ad abituarli. E’ inutile perseverare con viaggi lunghi, bisogna iniziare con piccoli spostamenti di circa 500 metri per far abituare l’animale ma allo stesso tempo non farlo soffrire, in tragitto così breve infatti non avrà il tempo per vomitare.

Dopo tanta palestra riuscirete a vedere risultati soddisfacenti, tenete conto che però ci potrebbero volere anche parecchi mesi

Il metodo farmacologico per risolvere il mal d’auto

Il secondo metodo è la terapia farmacologica. Anche qui ci troviamo di fronte ad un bivio: si può scegliere tra rimedi naturali e farmaci veri e propri venduti solamente in farmacia.

Tra i rimedi naturali i più gettonati sono i fiori di bach e quelli australiani. Un altro prodotto usato è l’emergency, un farmaco naturale che si spruzza direttamente nella bocca del vostro cane.

In genere questi rimedi naturali non sono troppo efficaci anche se tentar non nuoce.

Molto meglio sono le cure specifiche prescritte da un veterinario. In questo caso ci affideremo a dei veri e propri farmaci.

Sono due le opzioni:

  • L’utilizzo di sedativi
  • L’utilizzo di antinausea

I sedativi sebbene svolgano il loro lavoro sono tendenzialmente da evitare quanto più possibili. Possono essere una opzione valida solo per il trasporto del tuo bulldog inglese per tragitti veramente lunghi, superiori alle quattro ore.

Il farmaco più utilizzato è l’acepromazina che però può avere diversi effetti contrindicati. Tra di questi vogliamo menzionare l’ipertensione; ovviamente si manifesta solamente dopo la somministrazione prolungata di questo farmaco.

La seconda opzione, sicuramente migliore, è quella di utilizzare antinausea. Il più usato è il Maropitant, nome registrato per la molecola Cerenia. Si trova sotto forma di compresse e può essere acquistato in qualsiasi farmacia che vende anche prodotti per animali.

Ovviamente non bisogna abusarne, deve essere somministrato solamente in caso di viaggi lunghi e qualora il vostro bulldog inglese soffra particolarmente l’auto.

Come si somministra il Cerenia

La somministrazione deve essere fatta da una a dieci ore prima della partenza del viaggio, la durata dell’effetto del principio attivo è stimata in dodici ore.

In genere è meglio non utilizzarlo per più di due giorni consecutivi per evitare il sorgere di effetti indesiderati nel tuo cane.

Lo trovate in compresse e deve essere deglutito senza essere masticato. Per questa ragione ti consigliamo di nasconderlo in un pezzetto di formaggio, pane o salsiccia così che il tuo bulldog inglese se lo mangi senza alcun problema.

Siamo sicuri che la migliore via per guarire o ancor meglio prevenire il mal d’auto sia quella di combinare insieme tutte le tecniche citate in questo articolo cercando di evitare il più possibile la somministrazione di farmaci e soprattutto sedativi. Vedrete che il prossimo viaggio in macchina non sarà più una tortura ma anzi un piacere per tutti i componenti della famiglia.

Lascia un commento