Quanto tempo vivono i Bulldog Americani

Forse per il loro aspetto atletico, un po’ intimidatorio e allo stesso tempo bello, forse perché appaiono sempre felici e danno un senso di protezione o perché sono sempre pieni di energia. Qualunque sia il motivo specifico, questa razza sta guadagnando popolarità’ come cane di famiglia . È quindi normale porsi la domanda “Quanto tempo vivono i Bulldog Americani?”.

Come diceva un vecchio saggio: “i cani non sono tutto nella vita, ma riempiono la nostra esistenza”! È proprio per questo che vorremmo restassero sempre con noi e cerchiamo di dar loro il miglior comfort possibile . Nello specifico un Bulldog americano è un cane molto forte e salutare e  vive all’incirca 10-15 anni , circa 80 dei nostri .

È importante chiedersi per quanto tempo vivono i Bulldog americani, al fine di avere un’idea chiara sull’impegno e la responsabilità a cui si sta andando incontro. Certo, ci sono sempre eccezioni alla regola per cui alcuni Bulldog hanno vissuto fino a 16-17 anni, mentre altri sono morti molto più giovani; proprio per questo ne vanno considerate le malattie

Quanto tempo vivono i Bulldog Americani e cosa sapere sulla sua salute

Bulldog americano con la zampa sinistra sopra la palla gialla mentre osserva la macchina fotografica – Quanto tempo vivono i Bulldog Americani

Domandarsi quanto tempo vivono i Bulldog americani è lecito, considerato anche il fatto che alcuni esemplari sono soggetti a displasia fin dalla tenera età; una malattia che si manifesta nella fase di crescita del cane e consiste in una malformazione delle articolazioni che provoca dolore e rende difficile la normale vita quotidiana del cane che ne è colpito. Quindi, è consigliato portarlo dal veterinario regolarmente in modo da eseguire gli esami di routine.

In questa razza sono stati riscontrati problemi di salute frequenti ,che riportiamo qui di seguito :

  • -Dolori articolari, artrite
  • -Ectopia, ovvero il dislocamento o l’errata posizione di un organo nel corpo
  • -La sindrome respiratoria brachicefalica

Sicuramente visite programmate e sistematiche aiuteranno a preservare la salute ma, allo stesso tempo, sarà necessario avere alcuni piccoli accorgimenti nell’alimentazione; sia che se ne scelga una a base di crocchette e/o scatolette, sia  casalinga è importante sempre acquistare cibi di qualità e bilanciati. In entrambi i casi  il loro fabbisogno è di 500g  di cibo quotidiano in due razioni .

Amazon.it : cibi di qualità per bulldog americani
VEDI SU AMAZON
Cliccando dal nostro sito, supporti il nostro lavoro di iinformazione

Se si sceglie un’alimentazione casalinga, è meglio rivolgersi a un veterinario nutrizionista. Nell’ambito della razza esistono due varianti di Bulldog americano: lo “Standard”  che somiglia a un Pit Bull, e il Bully che ricorda un bullmastiff. Questa differenza è dovuta alle diverse selezioni effettuate dagli allevatori americani John D. Johnson e Allen Scott.

Quali sono le caratteristiche fisiche del Bulldog americano

Ora che sappiamo quanto tempo vivono i Bulldog Americani esaminiamo le caratteristiche fisiche: taglia media, tozzo e muscoloso , dal pelo vario nel colore e corto per cui per tenerlo pulito basta una spazzolatura settimanale e un bagno mensile. Alto tra i 50 cm a 71 cm alle spalle ha una grande testa e potenti mascelle, collo corto e spesso e un petto largo e possente . Nonostante le gambe siano più corte rispetto al busto è un cane molto agile.

A chi è consigliata l’adozione di un Bulldog americano

Vista laterale di un bulldog americano mentre cammina da solo sul prato – Quanto tempo vivono i Bulldog Americani

Chi ricorre all’adozione oltre a domandarsi quanto tempo vivono i Bulldog americani, deve avere consapevolezza, conoscenza del comportamento del cane e senso di responsabilità.

Vivere con un Bulldog Americano è un impegno per cui occorrono competenze e gestione, oltre che il supporto di un educatore.  Non è un cane pericoloso o aggressivo, però ha bisogno di essere guidato e inserito nel contesto adatto per evitare situazioni spiacevoli che possono sfociare in reazioni con conseguenze sgradite.

Per questi motivi, l’adozione di un Bulldog americano è sconsigliata a persone che non hanno esperienze con i molossoidi e che trascorrono troppe ore fuori in casa e ,vista la mole e la tendenza a tirare al guinzaglio, è sconsigliata anche alle persone anziane. In mano a persone esperte di molossoidi, si dimostrerà un cane facilmente addestrabile poiché molto ubbidiente.

Il consiglio che vi sentirete dare in caso di adozione di un Bulldog americano, in particolar modo nel caso di totale inesperienza con i cani, sarà quello di affidarlo  fin da subito a un educatore cinofilo, proprio a causa del suo carattere  perché , se da un lato il Bulldog Americano è devoto alla sua famiglia e ama i bambini, dall’ altra è importante ricordare che ha origine negli Usa dove è impiegato per la protezione e l’allevamento del bestiame quindi potrebbe avere tendenze aggressive verso gli  sconosciuti e gli altri animali.

Il Bulldog americano si adatta a vivere anche in appartamento, ma ha bisogno di una famiglia  disposta a fargli fare esercizio fisico, senza il quale non riuscirebbe a sfogare tutta la sua energia, cosa che potrebbe comportare a sviluppare delle problematiche comportamentali .Trattandosi di un cane piuttosto attivo fisicamente, l’ideale sarebbe portarlo fuori tre volte al giorno e lasciarlo libero di scaricare la sua energia.

NON È UN CANE CHE RICHIEDE UNA SPAZZOLATURA GIORNALIERA GRAZIE AL SUO PELO CORTO, PER TENERLO PULITO NE BASTA UNA SETTIMANALE E UN BAGNO MENSILE.

I cuccioli di Bulldog americano sono dolcissimi e se ne stiamo cercando uno possiamo trovarlo presso allevamenti o privati che fanno cucciolate. Il costo di un Bulldog americano varia a seconda di quale tipologia di  si sceglie ,si parte, comunque, da un costo base minimo di 600 euro, ma si possono trovare cuccioli di particolari linee o selezioni anche a costi decisamente maggiori.

Ricordiamoci sempre che quando adottiamo un cucciolo, deve avere il microchip già inserito a nome del proprietario della fattrice e il passaggio di proprietà sarà effettuato proprio da chi lo aveva in custodia . Ricordiamo anche che per la legge italiana nessun cane sprovvisto di microchip può essere regalato, venduto o ceduto.

Lascia un commento