Quanto tempo vivrà il tuo Bulldog francese?

In pochi riescono a rinunciare alla compagnia di un amico a quattro zampe e per tale motivo scelgono di comprarne uno. Tra le razze più apprezzate vi troviamo il Bulldog Francese ma, quanto tempo vive? Se la domanda che ti stai ponendo è quanto tempo vivrà il tuo Bulldog francese ecco che proprio qui di seguito potrai trovare la risposta.

Se il desiderio è quello di comprare un Bulldog Francese è importante essere a conoscenza di ogni informazione che lo riguarda. Tra queste ad esempio anche quella che è la durata media della sua vita. A tal proposito è possibile dire che esistono una serie di elementi considerati importanti che concorrono a rendere più o meno breve la sua vita.

E nello specifico è importante essere a conoscenza di quelle che vengono considerate le più frequenti e tipiche malattie di cui soffre il Bulldog Francese. Ma non solo, è importante anche sapere che esistono dei modi, e nello specifico una serie di comportamenti da mettere in atto e grazie ai quali poter rendere più lunga la vita del proprio cane.

Cosa sapere sul Bulldog Francese

Ragazza che tiene in mano e accarezza il suo bulldog – Quanto tempo vivrà il tuo Bulldog francese

Cresce ogni giorno sempre di più il numero delle persone che si innamorano del Bulldog Francese. Stiamo nello specifico parlando di un cane di piccole dimensioni appartenente alla famiglia dei mastini e presente in natura ormai da molti anni. Probabilmente dai tempi dell’Impero Romano. In realtà però soltanto negli ultimi anni è diventato di grande tendenza e per tale motivo tanti non riescono a rinunciarvi.

Prima di comprarne oppure di adottarne uno occorrerebbe però sapere con esattezza quanto tempo vivrà il tuo Bulldog francese.  Conoscere la risposta a tale domanda significa infatti avere ben chiaro quello che è l’impegno che si sta per prendere e di conseguenza la responsabilità che ci si sta assumendo.

Parlando di quelle che sono le origini del Bulldog Francese è invece possibile dire che stando a quanto emerso da alcune ricerche sembra proprio che l’allevamento di tale specie sia avvenuta nel lontano 1800 in Francia nonostante le sue origini siano legate all’Inghilterra.

Caratteristiche fisiche

Questo è un cane di piccole dimensioni il cui peso non deve essere mai inferiore a 8 kg ma neanche superiore ai 14 kg. Si tratta di un cane piccolo ma robusto caratterizzato da una testa larga e quadrata e con tante rughe. La faccia è schiacciata, il naso largo, corto e rialzato. Gli occhi sono scuri, rotondi, grandi e anche un po’ sporgenti. Le orecchie sono di dimensioni medie ma molto larghe alla base e di forma arrotondata all’estremo.

Quanto tempo vivrà il tuo Bulldog Francese

Bulldog di colore nero – Quanto tempo vivrà il tuo Bulldog francese

Prima di decidere di comprarne o adottarne uno bisognerà avere ben chiaro “quanto tempo vivrà il tuo Bulldog Francese”. A tal proposito è possibile dire che i cani che appartengono a tale razza hanno una moderata aspettativa di vita ovviamente vivendo in condizioni considerate ideali.

Solitamente è comunque possibile dire che la vita media di un Bulldog Francese è di 12 anni ma è comunque opportuno precisare che vi sono anche delle eccezioni. E nello specifico alcuni Bulldog Francesi potrebbero vivere più a lungo, e di preciso circa 15-16 anni. Ma allo stesso modo vi sono Bulldog Francesi che vivono di meno e quindi muoiono un po’ più giovani.

E’ molto importante sapere che il Bulldog Francese è un cane appartenente ad una razza con particolari problemi di salute e proprio; per tale motivo occorre essere a conoscenza di quali sono i fattori che possono andare ad incidere sulla sua durata di vita. A tal proposito è possibile dire che un “Bulldog Francese preso da un allevamento regolare“, avrà sicuramente una maggiore possibilità di vivere in piena salute e, quindi, anche più a lungo.

Al contrario, invece, un “Bulldog Francese preso da un allevatore poco regolare e sospetto“, oppure da una cucciolata abbandonata: ecco che avrà sicuramente una minore possibilità di vivere più a lungo in quanto la sua vita sarà sicuramente caratterizzata dalla presenza di vari problemi di salute. Per tale motivo il modo migliore per garantire loro una vita più lunga e soprattutto felice è quello di affidarsi e lavorare con dei veri professionisti. Con degli allevatori registrati AKC che siano assolutamente responsabili e soprattutto premurosi nei confronti dei cuccioli.

Gli elementi che incidono sulla durata della vita

Foto di un bulldog francese – Quanto tempo vivrà il tuo Bulldog francese

Diversi elementi possono incidere sulla durata di vita del Bulldog Francese. Secondo quanto emerso da studi e ricerche sembrerebbe che gli animali che trascorrono molto tempo all’interno della gabbia abbiano una minore durata di vita rispetto a quelli che invece hanno la possibilità di vivere in libertà. I cani, infatti, si sono molto evoluti e oggi psicologicamente non sono adatti per vivere in delle gabbie. Solo se la cuccia o la gabbia è aperta viene considerata dal cane un posto sicuro.

Come offrire al proprio cane una vita più lunga

Bulldog che cammina nel verde

Esistono diversi modi per poter offrire al proprio cane una durata di vita più lunga. Ad esempio tenere un cane, e di preciso un Bulldog Francese, all’interno di una gabbia per molto tempo può incidere sulla durata della sua vita. Come mai? Perché tale comportamento va a mortificare il cane e di conseguenza pesare in maniera grave sul suo stato d’animo e sul suo morale.

Quanto vivrà il tuo Bulldog Francese dipenderà, quindi, semplicemente dal comportamento adottato. Se il desiderio è che il proprio amico a quattro zampe abbia una vita lunga e allo stesso tempo bella e felice ecco che occorrerà allora dedicargli una stanza della propria casa e riempirlo di giocattoliletto con coperta, una ciotola d’acqua. Occorrerà anche lasciarlo libero di giocare tutto il giorno anche mentre per motivi di lavoro o per impegni vari ci si trova nella situazione di doversi allontanare da casa.

Inoltre per rendere la sua vita più lunga il consiglio è quello di sottoporlo regolarmente a delle visite dal veterinario. E garantirgli quindi la migliore assistenza sanitaria. Il consiglio è quello di portare il cane dal veterinario almeno una volta ogni 3 mesi e sottoporlo regolarmente a dei trattamenti e test specifici.

Lascia un commento